Ti occupi di floriterapia e dei Fiori di Bach? Inserisci un contenuto REGISTRATI GRATUITAMENTE!





  • La scoperta di una cura naturale

  • I 12 guaritori

  • I sette aiuti

  • I 19 assistenti

  • Chicory per gli insicuri aggressivi

  • Fuchsia contro nausea e cefalea

  • Gentian per la colite

  • Mimulus per gli angosciosi

  • Dimagrire con Rock Water

  • White Chestnut, il rimedio naturale per l'ansia

  • ProprietÓ e vantaggi dei fiori di Bach

  • Rosa canina: la signora della vitamina C

  • Rosa canina
    Rosa canina

    Fiori di Bach: Rosa canina: la signora della vitamina C

    Bella, rosata e profumatissima. La rosa canina è una specie spontanea e appartiene alla specie delle Rosaceae. E’ una pianta dalle grandi potenzialità e dalle tante applicazioni.

    In fitoterapia si usa come antinfiammatorio, immunomodulante e vitaminizzante soprattutto anche se è utilissima anche nella cura di tanti altri malanni come ad esempio congiuntivite e asma.

    La nemica giurata delle allergie
    Grazie ai giovani germogli di rosa canina è possibile regolare la risposta immunitaria dell’organismo rendendo il preparato perfetto per combattere allergie, riniti, congiuntivitie asma da pollini, ma è ottimo anche nei bambini per combattere tonsilliti, rinofaringiti, otiti, tosse e raffredori di origine infettiva.

    Tuttovitamina
    Le sue bacche sono in natura il più grande concentrato di vitamina C che esista. Al suo confronto niente sono gli agrumi! Basti solo sapere che qui la quantità presente è fino a 50-100 volte superiore rispetto ad arance e limoni. Per dare altri numeri 100 grammi di bacche di rosa canina equivalgono al contenuto di vitamina C di un chilogrammo di agrumi!
    Come se non bastasse la grande capacità di vitamina C la rosa canina ha una grande azione antiossidante grazie ai bioflavonoidi presenti nella polpa e nella buccia che, in sinergia con la vitamina C, ottimizza la circolazione del sangue. Un beneficio che aiuta anche a favorire l’assorbimento di calcio e ferro nell’intestino equilibrando il colesterolo e contribuendo a produrre emoglobina. Inoltre la rosa canina rende attiva la vitamina B9 – quella dell’acido folico – ed ha anche un blando effetto antistaminico.

    Le sue qualità
    Questa pianta, eccellente tra i rimedi naturali è perfetta per affrontare la stanchezza e lo stress stimolando l’eliminazione delle tossine attraverso la diuresi.
    Le bacche grazie ai tannini dalle qualità astringenti hanno anche un’azione utile in caso di diarrea e coliche intestinali.

    Come assumerla?
    La rosa canina si trova in erboristeria sotto forma sia di tisana che di tintura madre. A seconda dell’uso chiedete all’erborista consiglio su dosi e modalità. Tenete presente però che solo i frutti freschi mantengono alte dosi di vitamina C, mentre il processo di essiccazione distrugge in gran parte le riserve.
    La pianta è spesso associata all’Acerola, una specie di ciliegia anch’essa ricchissima di acido ascorbico. Se invece si vuole è aiutare l’organismo a prevenire le classiche malattie stagionali si può associare ad essa l'Echinacea o la Propoli.


    Ti occupi di floriterapia e dei Fiori di Bach? Inserisci un contenuto REGISTRATI GRATUITAMENTE!

    • Login
    • Registrazione gratuita
    • Privacy Policy
    • Cookie Policy